Scopata moglie e cognata (sorella), che trio

Voglio raccontarvi una vicenda che riguarda la mia attuale moglie, Monica, una bella donna di 38 anni, siamo sposati ormai da otto anni e le cose tra noi vanno molto bene, siamo una coppia aperta e a volte facciamo sesso con altre persone da soli o insieme, insomma, non abbiamo alcuni tipo di freno sessualmente.

Quando l’ho conosciuta aveva venti anni, la sera eravamo soliti recarci presso un boschetto poco fuori la nostra città, ci appartavamo con la macchina e facevamo sesso, era l’unico posto dove potevamo sfogare le nostre voglie.

Una sera stavamo andando li, quando squillò il telefonino di Monica, era sua sorella che la chiamava perché aveva litigato con il suo ragazzo, scoprimmo che anche loro erano al boschetto, lei era scesa e aspettava in un punto, andammo a prenderla.

La lasciai entrare in macchina al posto del guidatore ed io uscii a fumarmi una sigaretta, avevo capito che per quella sera la scopata era saltata ed avevo una voglia assurda, con mio sorpresa però, quando mi avvicinai all’auto, vidi Monica baciarsi con la lingua con sua sorella, quest’ultima è più piccola di due anni.

Rimasi impietrito davanti a quella scesa inaspettata, la stava consolando nel migliore dei modi a quanto pareva, sentii il cazzo diventarmi duro tra le gambe, loro continuavano a baciarsi, vidi Monica infilare una mano tra le gambe della sorella.

Ad un certo punto si staccò dalle sue labbra e mi guardò, mi sorrise maliziosamente e mi invitò ad entrare in macchina, abbassò i sedili, facemmo in modo che potetti sedermi in mezzo, Monica mi tirò fuori il cazzo e invitò sua sorella minore a prenderlo in bocca e succhiarlo.

Non potevo credere a quello che stava succedendo, mi stavano facendo un pompino in due, si alternavo tra succhiarmi il cazzo e leccarmi le palle, il mio uccello era durissimo e avevo solo voglia di infilarlo in una figa.

Monica invitò sua sorella a togliersi pantaloni e mutandine, l’aiuto a sedersi su di me e le infilò il cazzo dentro la figa, la piccola troietta mi iniziò a montare, lei invece aveva infilato un dito nel culo della sorellina che si dimenava e gemeva sempre di più.

Era una situazione assurda ed estremamente eccitante, ad un certo punto Monica la fece fermare e sollevare un po’, per poterle leccare abilmente la figa e succhiare il clitoride, intanto mi segava il cazzo con la mano sinistra, prima di farglielo prendere di nuovo, lo succhiò per qualche secondo.

La sorellina riprese a montarmi velocemente, affondava forte e gemeva, stava impazzendo per il godimento e anche io ero molto al limite, al punto che dovetti spingerla via improvvisamente, la sborra schizzò fuori dal cazzo con forza e Monica lo coprì subito con la sua bocca per non perdersi nemmeno una goccia del mio sperma caldo di cui era sempre molto golosa.

Ci siamo dati tutta una sistemata ed io ho iniziato a riempirle di domande, scoprendo che scopavano da qualche anno e che amavano provare tutto nel sesso, avevo sempre sognato una donna che la pensasse così, per cui alla fine me la sono sposata.

annalisa25

Sono Annalisa M. 35 anni di Milano, Ideatrice e scrittrice di racconti erotici veri, frutto di esperienze personali e racconti inviati da amici ed amiche che hanno la mia stessa passione: il sesso. Ogni racconto erotico, sogno o desiderio vengono pubblicati su Raccontoerotico.com . Sono una ragazza russa o meglio dire ora sono una milf russa con belle esperienze alle spalle ma anche ora no perdo una occasione per fare sesso, tradire, amare e prenderlo dove a me piace ;) Scrivimi e lasciamo un commento, rispondo sempre :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *