La prima volta di una diciottenne vogliosa

La mia prima volta è stata davvero pazzesca, avevo fantasticato per anni su come sarebbe stata, con chi l’avrei fatto, le mie fantasie mi portavano in scenari inimmaginabili con persone che mai davvero avrebbero fatto sesso con me, ma quello che ho vissuto è stato molto meglio.

Il mio nome è Alessandra ed ho da poco compiuto diciotto anni, la mia prima volta risale a qualche mese fa, solitamente uno se l’immagina romantica, con il ragazzo giusto e l’atmosfera perfetta, invece, a me è successo nel modo più travolgente possibile.
Potrei dire che è stato del vero sesso selvaggio, un istinto animali incontenibile, sapete quando incontri qualcuno di così eccitante e seducente da non riuscire a farne a meno? Matteo è stato così.

Ero a una festa di compleanno di una mia amica, aveva organizzato la festa in un appartamento vicino al mare, che solitamente restava vuoto nel periodo invernale, c’era un sacco di gente, molti non li conoscevo nemmeno, li in mezzo un ragazzo alto, moro, con gli occhi verdi ha attirato la mia attenzione.

Quella sera indossavo una gonna molto corta e un top che lasciava poco alla fantasia, ero molto sexy e la cosa era voluta, avevo voglia di conoscere qualcuno, da troppo tempo non uscivo con un ragazzo.

Incrociai lo sguardo di Matteo, mi sorrise da lontano e si avvicinò subito, provai un’attrazione pazzesca, mi piaceva un sacco, così quando mi propose di andare in una delle camere da letto disponibile per stare un po’ da soli, non me lo feci ripetere due volte.

Chiuse la porta a chiave, mi attirò a sé e mi baciò, scattò una passione incontenibile, ero bagnatissima, mi inginocchiai immediatamente, lui tirò fuori il cazzo che accolsi nella mia bocca.

Succhiai e leccai il glande e poi me lo feci entrare tutto dentro, gli feci un bel pompino, lo volevo durissimo, era la mia prima scopata, ma questo lui non lo sapeva, mi prese di peso e mi spinse contro la porta.
Mi sollevò, scostò le mutandine da sotto la gonna e mi penetrò, ero talmente bagnata che non provai dolore, nonostante avessi sentito per la prima volta il cazzo aprirmi la figa.

Mi scopò forte, il mio sedere sbatteva contro la porta, ma la musica ad alto volume copriva tutto, mentre ci dava dentro, mi aggrappai alle sue spalle, lui mi scostò dalla porta e mi mise sul letto, senza tirare fuori il suo grosso cazzo dalla mia figa.
Continuò a scoparmi, era sopra di me, gemeva e ogni tanto mi succhiava i capezzoli, che aveva abilmente tiravo fuori, mi faceva davvero godere tantissimo al punto che non resistetti più e mi lasciai andare a un fortissimo orgasmo, poco dopo anche lui esplose, fortunatamente riuscì a ritirarsi in tempo e a sborrare sulle mie mutandine.

È stata un’esperienza pazzesca, dopo ci siamo scambiati i numeri e abbiamo iniziato ad uscire, ancora non gli ho detto che lui è stato il primo che mi ha scopato, sicuramente ne sarà contento quanto me.

annalisa25

Sono Annalisa M. 35 anni di Milano, Ideatrice e scrittrice di racconti erotici veri, frutto di esperienze personali e racconti inviati da amici ed amiche che hanno la mia stessa passione: il sesso. Ogni racconto erotico, sogno o desiderio vengono pubblicati su Raccontoerotico.com . Sono una ragazza russa o meglio dire ora sono una milf russa con belle esperienze alle spalle ma anche ora no perdo una occasione per fare sesso, tradire, amare e prenderlo dove a me piace ;) Scrivimi e lasciamo un commento, rispondo sempre :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *